Siamo tutti uguali ma qualcuno è più uguale degli altri

D75KWzLXYAAYmC_

Si è tenuta il 31 maggio a Roma, alle ore 10.30, la presentazione delle Considerazioni finali da parte del Governatore delle Banca d’Italia Ignazio Visco, in occasione della diffusione della Relazione annuale sul 2018. Un appuntamento tra i più importanti nell’agenda del Paese che raduna, come è ovvio, esponenti del mondo economico, finanziario, politico e sociale. Ma, trovandoci noi nel Bel Paese, c’è un ma. Palazzo Koch, sede di Banca d’Italia, si trova in Via Nazionale, una delle arterie più importanti della Capitale che, scorrendo accanto al Quirinale, unisce Piazza della Repubblica a Via IV Novembre e al centro città. Strada sempre molto trafficata, area ZTL, con due corsie preferenziali in cui arrancano i bus. Oggi no. Oggi tutto il tratto di preferenziale davanti la sede di Banca d’Italia era allegramente occupato da una sfilza di auto blu, parcheggiate con cura a spina di pesce, che avevano evidentemente accompagnato gli illustri ospiti all’evento. Ripeto: la corsia preferenziale per i bus era occupata da auto blu in divieto di sosta. Tutta la via ovviamente nel caos, con ripercussioni sul traffico su tutto il percorso e nei dintorni. Vigili a tentare di dirigere il via-vai, autisti in attesa, grisaglie e tailleur in entrata e in uscita dal Palazzo. Tutto intorno, cittadini a sacramentare. Una sola domanda: perché? Perché a taluni è consentito fare ciò che al comune cittadino non è consentito fare? Perché – fatte salve le normali esigenze di sicurezza – ad “alte personalità” è concesso bloccare il traffico in spregio alle esigenze di chi va al lavoro, a scuola o, più semplicemente, vuole muoversi nella città per cui paga le tasse? Impossibile ricorrere ad un taxi? Ad un bus? Impossibile arrivare a piedi in pieno centro a Roma? Impossibile – chiedo venia per l’ardire – essere accompagnati e poi essere ripresi in seguito senza schiaffeggiare la cittadinanza? Sarebbe immaginabile una situazione solo lontanamente simile nel nord Europa?

Ma io boh.

Pubblicato su Facebook

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...