Letture estive

Clima brutto, pessimo in questi giorni torridi: volti trasfigurati dalla rabbia, pietre contro rifugiati, odiosi saluti romani esibiti con tracotanza. Ecco, in questo bailamme, se il Segretario Nazionale di un partito, che vuole candidarsi alla guida del Paese, apostrofa come “servi” i Prefetti dello Stato, forse l’unico dei grands corps dell’amministrazione pubblica Italiana, dicendo loro di non “rompere le palle”, e sostiene che quello in carica è un “governo criminale”, può meravigliare che il Vice-Presidente di una regione, membro del medesimo partito, scriva senza problemi sul Prefetto di Roma minacce dal sapore fascista quali “Gabrielli un porco di un comunista al servizio del Pd attento che ti abbiamo segnato sul nostro elenco. Arriveremo. Olio di ricino te ne darei tanto”? Caro Salvini, cari stentorei agitatori di piazze, consiglio una lettura sotto l’ombrellone, vista la calura: è un libello che riporta il titolo “Costituzione della Repubblica Italiana”. E consiglio, in particolare, l’attenta lettura dell’art. 54, ove recita che “I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore“. Hai visto mai?

Annunci
Contrassegnato da tag , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: