La giusta misura

C’era da scommetterci: non si è fatto in tempo a tornare dalle vacanze che la matassa P.A. è ritornata al centro del dibattito politico, comodamente assisa fra i deliri dell’Isis e le manovre dell’est Europa. La miccia l’ha accesa la dichiarazione della ministra Madia: “In questo momento di crisi le risorse per sbloccare i contratti a tutti non ci sono”. Anche per il 2015, dunque, nessun rinnovo per i contratti dei dipendenti pubblici, fermi dal 2009. Ora, non intendo affrontare il tema in sé: non ho i conti in tasca e, in tutta onestà, non sono in grado di affermare con cognizione tecnica se questo ulteriore blocco sia dovuto o meno. Posso dire, con molta franchezza, che noi dirigenti pubblici possiamo sostenere il sesto anno di stop: è ingiusto, senza dubbio, ma se serve un sacrificio possiamo farlo senza troppi danni. Lo stesso non può dirsi per impiegati e funzionari che perdono potere d’acquisto e, con la loro massa critica, per banali leggi economiche frenano i consumi. Credo, in ogni caso, che sia importante non dar fiato a chi soffia sul fuoco della lotta sociale: dipendenti pubblici contro dipendenti privati, professionisti contro statali, precari contro disoccupati, licenziati contro chi ha un posto fisso. Per fortuna ci pensa il Sottosegretario alla Funzione Pubblica, Angelo Rughetti, a gettare acqua sul fuoco, dichiarando a Radio24: “E’ chiaro che quando c’è una non predisposizione etica rispetto al compito che si ha, per cui andare in ufficio viene interpretato come un qualcosa in più perché tanto lo stipendio arriva lo stesso, uno può prendere soltanto una mazza da baseball“. Ecco, misura innanzitutto. Ve lo ricordate “I Guerrieri della Notte”, vero?

Advertisements
Contrassegnato da tag , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: