La lunga strada verso Sochi

“Noi non abbiamo un divieto sulle relazioni sessuali non tradizionali tra le persone. Noi abbiamo un divieto di propaganda dell’omosessualità e della pedofilia. Quindi potete stare tranquilli, rilassati. Ma lasciate stare i bambini, per favore“. Val la pena ricordare queste parole pronunciate dal Presidente russo per giungere alla conclusione che trovo più che legittime le perplessità manifestate da più parti (l’ultima, in ordine di tempo, da parte della ex Ministra Idem) sulla partecipazione del Presidente del Consiglio alla cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici Invernali a Sochi. Credo, personalmente, che questa sarebbe stata una buona occasione per marcare il punto sul rispetto dei diritti delle persone omosessuali e per affermare, ancora una volta, che certi stereotipi non hanno dignità di cittadinanza. Immaginabili ragioni di realpolitik, non solo riconducibili al sostegno dell’Italia per le Olimpiadi di Roma 2024, non hanno consentito la cosa: transeat. Tuttavia, mi permetto di suggerire al Presidente Letta che una bella cravatta di uno sfavillante arcobaleno darebbe quell’opportuno tocco di eleganza per l’occasione. Hai visto mai!

Annunci
Contrassegnato da tag , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: