E meno male che ci sono loro

Il dipendente protagonista della pubblicità, Andrea Tagliazucchi, dice: “Ho partecipato allo spot molto volentieri, mi piace pensare di poter contribuire a mandare avanti la nostra bistrattata Italia e, nel mio piccolo, penso proprio di farlo”. Immagino che pensi che altri suoi connazionali contribuiscano a frenarla, la nostra bistrattata Italia (…io non sono riuscito a scrivere niente altro, ma si accettano commenti).

Advertisements
Contrassegnato da tag , ,

2 thoughts on “E meno male che ci sono loro

  1. Noi freneremo il paese, ma MacDonald gli ostruisce le arterie… Ormai anche un caldarrostaro può atteggiarsi a imprenditore e benefattore della Patria.

  2. nandokan ha detto:

    Quando ero molto più giovine, diciamo un quarto di secolo fa, in quel dell’università di Palermo il docente di economia politica usava fare degli esempi paradossali per illustrare alcuni concetti basici. Mi rimase impresso, in particolare, l’esempio di un tipico moltiplicatore del pil: il racket del pizzo. Un attentato dinamitardo contro un bar che non pagava la mesata, infatti, sarebbe stato un perfetto moltiplicatore del pil. “Pensate solo che bisogna rifare i vetri, il bancone, gli elettrodomestici, rinnovare le forniture… Così lavorano l’ebanista, il vetraio, l’arredatore, il grossista”. Ma essendo socialista lombardiano, si scagliava già allora contro i liberisti, asserendo che secondo loro il pizzo mensile sarebbe stato parimenti un moltiplicatore. “A mio avviso no, e vi spiego perchè: il pizzo passa di mano in nero e finisce nelle casse di Cosa Nostra. Certamente l’organizzazione contribuirà a rimettere in circolo questi soldi, ma più probabilmente li investirà per il suo consolidamento. Insomma, ‘a bumma fa lavorare tutti; ‘a mesata sono soldi che vanno a una corporescion”.

    Ecco: continuando così, mi aspetto campagne pubblicitarie da parte delle mammane. Anch’esse contribuiscono alla crescita del Pil, favorendo la diffusione di professionalità e agendo in regime di concorrenza sul libero mercato contribuendo a colmare i gap di offerta da parte del pubblico. Il tutto, beninteso, mentre la burocrazia non fa un’emerita minchia, quello sia sempre pretermesso a ogni discorso, un po’ come l’inciso “io non sono razzista ma”. Tacabanda!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: