Le basi, almeno quelle

E la palla tra non molto ripasserà agli Italiani, gli unici ad avere il pieno diritto di decidere chi potrà governare il Paese per i prossimi cinque anni. Fino a fine febbraio avremo – spero – l’occasione di valutare appieno le posizioni delle forze politiche e pervenire ad una scelta consapevole. Per taluni, anche una non scelta, altrettanto legittima. Ecco, al netto delle opinioni e delle convinzioni, magari non accecate da ideologie che non sono utili a nessuno, l’auspicio è che tutti noi ci si riconosca come comunità nazionale nei valori fondanti della Repubblica. E che, almeno, non si senta più un candidato alla carica di Presidente del Consiglio dei Ministri dire che “il prodotto lordo sommerso è forza economica, è produzione di beni, è posti di lavoro, esiste come economia”. Anche perché il sommerso in Italia, oltre che colpire la sicurezza delle famiglie col precariato sotto ricatto e basarsi sulla floridissima evasione come vero e proprio costume nazionale, si fonda sulla radicata presenza delle mafie in tante, troppe zone del Paese. Insomma, le basi, almeno quelle.

Advertisements
Contrassegnato da tag , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: