Uaiemsiei

Ci risiamo. Di solito rispunta all’improvviso nelle feste, nei matrimoni o nelle serate sulle piazze, per la gioia degli over 50. Ma è solo con l’arrivo dell’orda truzza sulle spiagge che YMCA ritorna inesorabile, magari proprio quando sul lettino, posato il quotidiano, stai per crollare nel pisolo pomeridiano. Ecco, in quell’esatto momento arriva a palla il ritmo incalzante di questo brano immortale del 1978. E mi sta anche bene: rispetto per i classici. Ma che le coattelle panzute di fast food  e i tatuatoni cotti al sole non sappiano fare altro che agitare le braccia a destra e sinistra quando arriva il refrain, è cosa che travalica l’umana sopportazione. Tamarroni dell’italico stivale, guardate e imparate: vanno raffigurate le quattro-diconsi-quattro lettere del titolo: Y-M-C-A. E sapevatelo, cazzo!

Advertisements
Contrassegnato da tag , ,

One thought on “Uaiemsiei

  1. Anonimo ha detto:

    Spettacolo Alf! Invece di lamentarti goditi la Tamarreide in diretta 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: