Il problema non sono (solo) le scienze motorie

Come spesso accade, una notizia ne nasconde un’altra, decisamente più significativa. Lo scoop del momento è che a dirigere l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) vada Massimo Ghilardi, un laureato in scienze motorie. Il Nostro ribatte dicendo di essere un manager: naturalmente per dirigere da un punto di vista amministrativo e contabile la NASA non occorre essere un astronomo, basta saper gestire risorse umane e finanziarie. Diciamo allora che gli crediamo sulla parola, anche se a leggere il suo curriculum, ancora in linea sul sito del Ministero dell’Istruzione, non sembra brillare per capacità manageriali. E lasciamo anche stare quel che è stato scritto sulla vicinanza politica con gli ex Ministri Gelmini e Frattini. Torniamo al Ministero: eh già, perché il Ghilardi dal 2009 ha fatto il dirigente di seconda fascia a Viale Trastevere per € 106.628,76 all’anno, naturalmente senza concorso, ma a chiamata diretta, che garantisce una remunerazione maggiorata rispetto agli altri dirigenti banalmente vincitori di concorso. Cosa legittima, entro determinate percentuali, e che, come ho sostenuto altrove, mantiene una sua ratio: tuttavia, poco opportuna in termini di trasparenza e meritocrazia, e ormai insostenibile nel momento in cui la P.A. è chiamata a drastiche cure dimagranti.

E come è avvenuta questa chiamata diretta? Con un bando sul sito del Ministero? Con una selezione di CV? Macchè, ci ha pensato l’allora Ministra Gelmini, come lei stessa conferma al Corriere: “Perché l’ho voluto al ministero? Perché giacevano nel settore ricerca moltissime pratiche relative a progetti europei inevase […] ho voluto una persona di fiducia, che mi garantisse la velocizzazione delle pratiche, ed il curriculum di Ghilardi è stato ritenuto idoneo, non solo da chi ha responsabilità di firma al Miur ma anche dalla Corte dei Conti”. Ma il contratto, sia pure in quota esterna, ad un dirigente di seconda fascia lo deve fare un dirigente di prima fascia, unico a poter (e saper) valutare la necessità di ricoprire quel posto con un esterno invece di ricorrere ad un interno. La cosa spetta appunto colui che “ha responsabilità di firma”. E’ chiaro, allora? Un Ministro della Repubblica chiama impropriamente, invadendo il campo che la legge riserva al Direttore della struttura, una persona di sua fiducia, pagata con denaro pubblico. Insomma, alla faccia delle regole è saltata ogni separazione fra politica e amministrazione, come già accadde nel caso dei famosi neutrini (protagonista altro signore caro alla ex Ministra) di cui ho parlato diffusamente. Nomine spesso organiche alla politica davanti la quale scattano sull’attenti, del tutto estranee a procedure competitive e trasparenti ed in barba ai cittadini: non sarebbe ora di finirla?

Annunci
Contrassegnato da tag , , ,

One thought on “Il problema non sono (solo) le scienze motorie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: