Se 500 vi sembran pochi

Noto con piacere che, pian pianino, entra nel dibattito politico e nella cronaca il tema delle scuole di selezione e formazione della dirigenza amministrativa italiana. Dopo un accenno pelosetto a Ballarò, ci ha pensato qualche giorno fa Sergio Rizzo a trattare il problema delle tante (troppe?) Scuole. Tuttavia, pur segnalando una questione vera (necessità di maggiore organizzazione e controllo della spesa), ha a mio modo di vedere peccato nel mettere assieme Scuole con tradizione e storia ben consolidate e un florilegio di istituti di formazione il cui curriculum è molto probabilmente meno solido. A seguire trovate una replica della Associazione degli ex allievi della Scuola Superore della Pubblica Amministrazione (SSPA) pubblicata oggi sul Corriere della Sera in cui, senza pretese corporative, si ricorda qualche fatto utile ai ragionamenti che vanno fatti su questi temi. E per evidenziare che la SSPA, con tutte le migliorie che possono e debbono esser fatte, ha negli anni non solo formato (e questo lo fanno tutte le scuole) ma ancor prima selezionato e reclutato circa 500 aspiranti dirigenti dall’esterno (neolaureati e interni della P.A.) con un meccanismo, quello del corso-concorso, che ha l’indiscusso vantaggio di selezionare e formare con serietà chi andrà a ricoprire ruoli apicali nella P.A., riducendo spazi di opacità e lavorando per preparare con taglio multidisciplinare i futuri dirigenti. Le condizioni per seguire il monito dell’allora Presidente Ciampi, che parlò di vendemmia annuale della dirigenza (rileggete quel bellissimo discorso!) ci sono tutte. Basta proseguire su quella strada.

Caro Direttore, in relazione all’articolo pubblicato il 29 maggio a firma di Sergio Rizzo sul tema delle scuole per la P.A., vengono messe insieme le grandi scuole d’amministrazione nazionali che vantano un “prodotto” ben riconoscibile (prefetti, diplomatici, dirigenti), con una serie di istituzioni locali che sembrano nate più che altro per soddisfare l’italico mal di campanile e la cui utilità è ancora tutta da dimostrare. Efficacia e congruità della spesa vanno commisurate ai fatti realizzati e, per restare alla Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione (SSPA), dal 2000 ad oggi essa ha reclutato e formato più di 500 dirigenti dello Stato grazie alla formula del corso-concorso: un concorso pubblico a livello nazionale, un corso di un anno con esami, uno stage di sei mesi in Italia e all’estero, un esame finale. Sono certamente ancora troppo pochi, stante un mero 30% delle posizioni disponibili a disposizione della Scuola oggi previsto per legge e che vogliamo venga innalzato. L’associazione dei manager pubblici ex allievi della SSPA insiste da anni sul consolidamento di questo percorso, per reclutare dirigenti con cadenza annuale a livello nazionale e combattere così quella Rizzo definisce la “balcanizzazione” della dirigenza. Ecco perché la recente notizia del nuovo corso-concorso per 26 dirigenti dello Stato da parte della SSPA è una buona nuova ma non soddisfa pienamente, in termini di numeri, l’esigenza di rinnovamento della macchina dello Stato. Credo, infatti, che se i diversi istituti di formazione, SSPA in testa, debbano senza eccezioni far fronte ad una necessaria azione di revisione della spesa con l’eliminazione di possibili sprechi, non vada mai dimenticata la cura della risorsa più preziosa che le pubbliche amministrazioni posseggono, la risorsa umana.  Alfredo Ferrante – Presidente AllieviSSPA

Giustissimo. Proprio per questo bisogna riorganizzare tutto (s.riz.)

Annunci
Contrassegnato da tag , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: