La cultura del tarocco

Ricevo e volentieri pubblico questo post su tarocchi e facce di palta, telecomunicazioni e solita Italia.

“Recenti eventi mi hanno spinto ad alcune riflessioni, su quella che in molte grandi aziende è ormai nota come la “cultura del tarocco”. Il tutto calato nell’unico universo aziendale a me noto, quello delle TLC, dove il fenomeno sembra prepotentemente radicato senza tuttavia escludere che un simile malcostume abbia fatto la sua comparsa anche al di fuori dell’ambito di riferimento. Ma veniamo agli episodi scatenanti, che come spesso accade, collassano il macrocosmo dentro il micro, illuminando improvvisamente tutte le zone d’ombra dei processi e della governance di aziende spesso cruciali per lo sviluppo e l’impiego dell’intero paese.

Il macro. Ora, senza annoiare nessuno, in estrema sintesi: top manager che ha gonfiato dati di vendita per aumentare la quota mercato, indagato in Italia, esiliato in Brasile, pare abbia adoperato identici artifici anche oltreoceano e adesso l’azienda ufficialmente lo scarica. (ufficiosamente si parla di buonuscite milionarie per “l’accollo” della responsabilità e un dignitoso silenzio ndr). Il micro è invece uno scambio di e-mail tra il sottoscritto e un caro amico molto preoccupato per una serie di telefonate ricevute, riporto uno stralcio di quanto accaduto con i dovuti omissis:  “Venerdì scorso mi ha chiamato un “personaggio” spacciandosi per un dipendente dell’AGCOM dicendomi che voleva avvisarmi che il mio paese era ormai cablato completamente con la fibra ottica e che tale cablaggio con tute le centraline ora sarebbero state di proprietà “noto operatore telefonico”. La sua telefonata aveva “solo” lo scopo di avvisarmi perché di lì a breve sarei stato ri-contattato dallo stesso “noto operatore telefonico” per chiedermi di cambiare gestore perché qualora non lo avessi fatto la mia prossima bolletta Telecom sarebbe stata inevitabilmente aumentata del 30% (perché ora la centralina non era più di sua proprietà). Io naturalmente ho risposto che non avrei cambiato gestore. Messo giù il telefono ho sentito il 187 chiedendo informazioni in merito, l’operatore mi ha risposto che si trattava di “fandonie” atte solo a intimorire gli utenti per passare ad altro gestore.

Lunedì mi squilla il telefono e chi era dall’altro capo? Il sig. XXX (mi sono fatto dare il nome) responsabile del settore Qualità di “noto operatore telefonico” chiedendomi i dati per passare a loro. Io cado dalle nuvole perché non ne sapevo nulla. Il “sig. XXX” si dice convinto che ci fossimo lasciati con l’intento di risentirci dopo qualche giorno per la trasmissione dei dati. A parte il fatto, e gliel’ho ricordato, che lui si era presentato come un’altra persona e ora in altra veste (prima AGCOM e ora “noto operatore telefonico”), non mi ricordo assolutamente di aver preso simili accordi. Insomma siamo stati al telefono almeno 30 minuti, lui a spiegarmi che ora erano loro i proprietari delle centraline e che nonostante non fosse il suo lavoro procacciare clienti lo stava facendo con me per un senso di dovere, di non stare ad ascoltare Telecom che avrebbe naturalmente smentito tutto pur di non perdere un cliente.”

Per la serie il pesce puzza sì dalla testa, ma arriva fino ai piedi, le mie riflessioni. Non sarà forse il momento di ripensare gli obiettivi demenziali dati a manager e forze di vendita in mercati che sono saturi da anni? Con quale sfacciataggine vengono erogati bonus a tutti i livelli per aver raggiunto numeri che chiunque dotato di comune buon senso bollerebbe reali come una banconota da sette euro? Il concetto di downsize o lo si fa proprio per tempo o lo si dovrà digerire a forza, quando nemmeno il tarocco basterà a mascherare uno scenario in cui tagli draconiani saranno indispensabili e non risparmieranno nessuno”.

Roberto Susinno

Advertisements
Contrassegnato da tag , , ,

One thought on “La cultura del tarocco

  1. eDue ha detto:

    Ti rispondo ricollegandomi al tuo post precedente: fin quando gli obiettivi, la verifica e i bonus saranno dati dalle stessa persona.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: