La strage infinita. E impunita

Se c’è una strage di innocenti che fa schifo è quella che continua senza sosta sulle nostre strade. Due o quattro ruote non cambia, i morti si ammucchiano. Un ragazzino di 12 anni in bici ucciso da un tram a Milano grazie a chi parcheggia in doppia fila (normale, no?), una ragazzina di 15 anni investita due volte mentre va a scuola nel bellunese: sono solo gli ultimi due incredibili episodi della quotidiana inciviltà d’Italia. Attenzione, non si tratta di casi isolati, non è una tragica fatalità, non ci si caschi. Il vero problema è che di idioti al volante ce ne sono fin troppi ed è davvero sorprendente, a vedere le imprese compiute ogni giorno nel traffico delle città o sulle autostrade, che incidenti del genere non accadano più spesso. Come si risolve il problema? Controllo del territorio e applicazione ferrea del codice? Sicuramente. Introducendo il reato di omicidio stradale, sostenuto dal Sindaco di Firenze Matteo Renzi? Senza dubbio. Non dimentichiamo, però, che il problema è innanzitutto culturale e che, finché si continueranno a pompare e vendere automobili che sfrecciano a 220 km/h quando abbiamo un limite a 130 km/h e ci si ciberà di fantasiose pubblicità che ci convinceranno di come una bella auto costituisca l’indispensabile prolungamento del pene (almeno per i maschietti) e non un mezzo sicuro per spostarsi, non se ne uscirà.

Advertisements
Contrassegnato da tag ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: