Una sola, pulciosa moneta

Sabato notte, mezzanotte circa, torno a casa in motorino. Per un tratto di strada mi accompagna  una macchina da decine di migliaia di euro cabriolet, che sgomma allegramente nel traffico con quattro giovanotti carichi per l’imminente movida, musica a palla. Li segue una macchina con quattro ragazzine che urlano dai finestrini. Inizia la serata, molto probabilmente. Arriviamo ad un semaforo e sbuca infagottato (comincia a fare freddino) un ragazzo pachistano che, sorridendo, chiede ai quattro maschietti di pulire il vetro del macchinone. Risate a crepapelle, lo mandano dietro a pulire il parabrezza delle quattro donzelle. Si avvicina, confabulano, scatta il verde e le auto sgommano, portando via le loro radio sparate. Il ragazzo resta là un paio di secondi, tanto è abituato, e si rimette ad aspettare pazientemente il prossimo rosso, quando sfodererà un sorriso disarmante. L’ennesimo.

Annunci
Contrassegnato da tag , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: