Stasera pago io

Da Il Giornale: “No all’election day (sic): è stato questo il risultato della votazione alla Camera sulle tre mozioni presentate da Pd, Idv e Nuovo Polo per accorpare in un’unica giornata le prossime elezioni amministrative e i referendum. Ma a creare il caso è stato il Radicale Marco Beltrandi, eletto nelle liste del Pd, che a sorpresa si è schierato con la maggioranza, affossando per un solo voto (276 no e 275 sì) la mozione Franceschini”.

Marco Beltrandi, deputato radicalpiddì

Da L’Unità, dichiarazione del deputato radicalpiddì: «Il mio dissenso è politico, figuriamoci se intendo passare in maggioranza. Il dissenso dal gruppo ci può essere ed invece il Pd, in una riunione lunedì sera, ha avuto una reazione verso di me che mi ha colpito negativamente. Io ritengo  che finchè c’è il quorum l’abbinamento delle due date è un escamotage per raggiungere il quorum ma se si crea questo precedente, vuol dire che ogni governo potrebbe abbinare le date per pilotare l’esito del referendum”.

Dietrologia radicale, non si scappa. Risultato: 350 milioni a mare. Quanti siamo in Italia? 60 milioni o giù di lì? Marco, a parte che sei colpito negativamente, mi devi (quasi) 6 euro! Che fai, concili?

Annunci
Contrassegnato da tag

One thought on “Stasera pago io

  1. […] della massima importanza, dopo altre manifestazioni di singolare indipendendtismo politico, come quando ci hanno fatto scucire decine di milioni per non accorpare voto amministrativo e […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: