Le politiche regionali di CSR

E’ stato pubblicato sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali il monitoraggio 2010 delle politiche regionali in materia di responsabilità sociale delle imprese. Di seguito la mia introduzione al lavoro.

Sin dalla pubblicazione del Libro Verde della Commissione europea in materia di responsabilità sociale delle imprese nel 2001, il tema ha trovato spazi sempre più significativi nell’agenda degli Stati Membri dell’Ue. Moltissime sono state le riflessioni e le sperimentazioni portate avanti dalle aziende, così come dagli altri attori sociali, sia del mondo del non profit che della sfera pubblica, in materia di filiera di produzione, tutela dei diritti umani e contrasto al lavoro minorile, promozione dell’eguaglianza e delle pari opportunità, rendicontazione sociale, solo per citare alcuni temi specifici.

Anche l’Amministrazione italiana, nelle sue plurime componenti, ha partecipato e partecipa a questo processo, dando il proprio contributo in sede comunitaria ed internazionale: il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, in particolare, è membro del Gruppo di Alto Livello sulla CSR che si riunisce periodicamente a Bruxelles e, assieme a molti altri Stati dell’Unione, ha partecipato alla elaborazione del nuovo standard internazionale ISO26000 in materia di responsabilità sociale, che ha visto il fattivo contributo degli stakeholder di un centinaio di Paesi. Non meno importante, tuttavia, è il livello regionale, dove l’ente territoriale può gestire politiche e sperimentazioni che sono strettamente legate alle dinamiche e alle peculiarità dei territori, assecondando le naturali tendenze già in atto e interpretando al meglio le necessità esistenti. A questo proposito, anche alla luce delle direttive per l’anno 2010 impartite dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, si è reputato utile avviare una indagine conoscitiva in relazione ad alcune aree di interesse del Ministero, in un’ottica di responsabilità sociale, così come sviluppate dalle Regioni italiane.

I temi scelti, particolarmente significativi nel quadro di un moderno sistema di welfare, sono stati quelli relativi alla salute e sicurezza sul lavoro, alla conciliazione famiglia-lavoro ed alle pari opportunità, per raccogliere, in modo organico, una serie di elementi tesi a capire come le Regioni e le Province Autonome italiane abbiano posto in essere meccanismi mirati alla elaborazione e sperimentazione di pratiche migliorative rispetto a quanto legislativamente già stabilito. I risultati saranno molto utili per meglio capire le dinamiche in essere nelle Regioni e guidare operatori pubblici, imprese e studiosi nell’apprezzare ancora una volta come il ruolo dell’attore pubblico a sostegno di attività e strategie di responsabilità sociale possa declinarsi, con enormi potenzialità e prospettive, nei diversi settori della vita pubblica del Paese.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: