Sempre sia lodato

Ha dichiarato il Presidente del Consiglio dei Ministri di non avere mai chiesto il cosiddetto “Lodo Alfano” per sé. A seguito delle polemiche in merito ai contenuti del famoso Atto Senato n. 2180, in una intervista con il Frankfurter Allgemeine Zeitung Silvio Berlusconi dice: «Non ho mai reclamato alcuna forma di tutela. Il mio partito ha presentato un disegno di legge in base al quale durante il mandato vengono sospesi i processi contro il Capo dello Stato e il Presidente del Consiglio; anche i termini di prescrizione vengono sospesi durante il mandato», precisando che sono i suoi alleati che se ne fanno promotori a suo favore.

Deduco, quindi, che il Ministro della Giustizia Alfano si sia testardamente incarognito, magari contro la volontà del Presidente del Consiglio, o a sua insaputa, a voler costituzionalizzare il suo Lodo a tutti i costi, mettendosi contro molti Italiani e provocando sostanziali perplessità di molti studiosi di diritto costituzionale e dello stesso Presidente della Repubblica. I mefistofelici promotori che spalleggiano Alfano sono gli alleati del Popolo delle Libertà, ovvero la Lega Nord e (forse, ultimamente ci sto capendo assai poco) Futuro e Libertà per l’Italia che, caparbi e più realisti del Re, rompono le balle al Ministro della Giustizia notte e dì per fare approvare ‘sto benedetto Lodo mentre il Capo del Governo mal tollera questo eccesso di carinerie.

Ora è finalmente tutto chiaro.

Annunci
Contrassegnato da tag ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: